Le persone sono l’asset più importante di un’azienda e, come tali, vanno motivate, per mantenere alti morale ed entusiasmo e per creare dinamiche positive di gruppo.
Per un buon team di lavoro è necessario che i dipendenti, la proprietà, la dirigenza, imparino a conoscersi e condividano anche momenti piacevoli insieme. Trasformare, per brevi parentesi, il contesto lavorativo in un momento di conoscenza reciproca e convivialità, porta sicuramente a dei benefici.
Questo, quanto avvenuto presso il cantiere Mantrac lo scorso venerdì 15 febbraio, al quale ovviamente ha preso parte anche il CEO Pol, ideatore dell’iniziativa.
Una giornata di normale attività lavorativa, gradevolmente spezzata nei ritmi da un lunch-time collettivo.
Un momento di allegria e spensieratezza, che serve sicuramente a “staccare la spina” dalla routine giornaliera ma anche ad apprezzare l’affiatamento e l’armonia del gruppo; in un cantiere dove si conta un numero cospicuo di maestranze e i lavori hanno un ritmo frenetico, non si può certo negare che le incomprensioni e i malumori possono a volte fare capolino.
Quale miglior modo per trovare serenità, distrazione e – perché no – aggregazione?
Quello presso il cantiere Mantrac è stato un vero momento di coesione: l’occasione per comunicare in un contesto informale e in una situazione rilassata, la situazione ideale per ascoltare temi differenti da quelli normalmente trattati in sede di lavoro, perché il cibo non è solo un semplice atto di nutrimento, ma un importante momento di condivisione, di socializzazione e scambio di emozioni.